(da EconomicPolicyJournal,  5 maggio 2016)

Una lettera di Don Boudreaux al Washington Post:

Matt O’Brien scrive che “il Venezuela avrebbe tutte le carte in regola per essere ricco. Come abbiamo appena ricordato, ha più petrolio degli Stati Uniti o dell'Arabia Saudita o di qualsiasi altro paese" (“Il Venezuela dovrebbe essere ricco. Invece sta diventando uno stato fallito”, 4 maggio).

Come mostrato dall'articolo di Mr. O'Brien stesso, tuttavia, la ricchezza di un popolo non è determinata dalla quantità di materie prime che esistono nella giurisdizione politica di quel popolo. Invece, la ricchezza di un popolo è determinata da quanto le sue istituzioni e il suo atteggiamento incoraggiano il commercio guidato dal mercato, l'innovazione commerciale, e il rischio di impresa imprenditoriale. Se queste attività sono incoraggiate, si produce ricchezza per le masse; se queste attività sono scoraggiate, le masse rimangono povere.

Osservate la ricca Hong Kong, che ha poche risorse naturali tuttavia brulica delle attività del capitalismo. Allo stesso modo, osservate Tucson. E' letteralmente un deserto e tuttavia i suoi abitanti sono tra i più ricchi del mondo. La prosperità di Hong Kong e Tucson prova che un popolo libero e innovativo produce grande ricchezza caricando navi e camion di ogni risorsa nel mondo che sia utile per migliorare il tenore di vita. Queste risorse non devono necessariamente essere localizzate originariamente all'interno della propria giurisdizione politica. Per contrasto, la povertà del Venezuela e della Nigeria dimostra che l'esistenza di risorse all'interno della giurisdizione politica di un popolo non fa nulla per arricchire quel popolo, se nel suo atteggiamento esso disdegna l'attività commerciale o se attraverso il suo governo esso ostruisce severamente l'opera dei mercati liberi.

Donald J. Boudreaux

Originariamente apparso su Cafe Hayek.

---------------------------
Sulla situazione in Venezuela e sulle sue cause ho tradotto recentemente questo toccante articolo: Il suicidio del Venezuela

 

Scrivi un commento

Codice di sicurezza Aggiorna