L'amore è fatto di atti, non di sentimenti sdolcinati

Bionic Mosquito (LewRockwell.com, 8 agosto 2019)

--- NB: Si tratta dell'appendice al libro The Search for Liberty ----

Questa sarà una sfida, sia per me che per i lettori di questo libro. Come catturare le caratteristiche di Gesù in modo sufficiente da almeno dipingere un quadro dell'obiettivo a cui gli esseri umani dovrebbero tendere -- la Forma del Bene, dimostrando i giusti propositi o telos per gli esseri umani. Comprendendo questi obiettivi, si può cominciare ad applicare appropriatamente la ragione per dedurre correttamente la Legge Naturale.

Una sfida per me perché so ancor prima di cominciare che non riuscirò nell'intento; una sfida per i lettori perché ci vorrà molta pazienza quando me lo farete notare.

Intrinsecamente, questo non sarà un quadro completo -- rivolgetevi alla vostra traduzione preferita della Bibbia per quello, insieme alle letture dei vostri teologi preferiti, o sacerdoti o apologeti. Io tenterò di dare un assaggio -- un insieme accurato di esempi che dimostrano il respiro, la profondità, la complessità e l'esempio irraggiungibile che Egli ci ha dato.

Una buona parte di questa Appendice segue un video di Paul VanderKlay, su Gesù come Archetipo. 

Il fondamento:

Giovanni 1:1-4  In principio era il Verbo, il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio.  Egli era in principio presso Dio: tutto è stato fatto per mezzo di lui, e senza di lui niente è stato fatto di tutto ciò che esiste. In lui era la vita e la vita era la luce degli uomini

Gesù Cristo è il Verbo (o Parola), il logos al quale si fa riferimento nel verso iniziale.

Genesi 1:27 Dio creò l'uomo a sua immagine; a immagine di Dio lo creò; maschio e femmina li creò.

Siamo fatti ad immagine di Dio; questo è lo stesso che dire che siamo fatti ad immagine di Cristo. La base da cui vedere in Gesù la Forma manifesta del Bene è qui, come lo è la base, per gli esseri umani, per cui seguire questa Forma. Allora, cosa possiamo imparare da Lui?

Matteo 22: 36 «Maestro, qual è il più grande comandamento della legge?».

37 Gli rispose: «Amerai il Signore Dio tuo con tutto il cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente. 38 Questo è il più grande e il primo dei comandamenti. 39 E il secondo è simile al primo: Amerai il prossimo tuo come te stesso. 40 Da questi due comandamenti dipendono tutta la Legge e i Profeti».

“E il secondo è simile al primo…”   Sono sicuro ci siano molte altre esposizioni ben meditate sul significato di questa frase di transizione; ecco la mia: noi dimostriamo il nostro amore per Dio dimostrando il nostro amore per il nostro prossimo.

L'amore è in quello che si fa. Lo coglie la parola latina Beatitudo:

La felicità che deriva dal vedere il bene in altri e fare il bene per altri. È, in essenza, azione in considerazione di altri.

Beatitudo: è stata descritta da Tommaso d'Aquino quale giusto obiettivo o proposito dell'uomo. Sembra un buon punto di partenza -- le Beatitudini come presentate in Matteo 5; per riassumere: Beati sono in poveri in spirito, gli afflitti, i miti, quelli che hanno fame e sete di giustizia, i misericordiosi, i puri di cuore, gli operatori di pace, i perseguitati per causa della giustizia.

Nella cultura popolare, questi versi sono indicati come l'esempio primario della debolezza di Gesù. Invece, quello che vi si trova realmente sono esempi massimizzati sia di gentilezza (mitezza e misericordia) sia di forza (perseguitati per causa della giustizia). Immaginate la forza di carattere che ci vuole per avere entrambi -- non in bilanciamento, bensì massimizzando ognuno dei due; consideratele come eccellenze diversificate.

Paolo espande questo in Galati 5: 22 Il frutto dello Spirito invece è amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mitezza, dominio di sé.

Il frutto riflette l'albero.

Quello che è sottostante a tutto questo è amore. Gesù non offre amore in termini di sentimento; ogni esempio richiede azione. Egli ha fatto un bel po' di atti reali:

non eroe nella tua tragedia
non audace nella tua fuga
non saluti in onore per la tua resa
niente di nobile nel tuo destino

Cristo, ma cosa hai fatto?

The Pass, Rush

È così che gran parte del mondo vede la crocifissione di Cristo -- Egli rinunciò, Egli fuggì. In altre parole, Egli era troppo debole per portare il peso sulle spalle. Tuttavia questo non era per nulla un uomo debole:

Giovanni 18: 6 Appena disse «Sono io», indietreggiarono e caddero a terra.

Questa è forza, la forza necessaria per portare sulle spalle il più pesante dei pesi.

Matteo 26: 53 Pensi forse che io non possa pregare il Padre mio, che mi darebbe subito più di dodici legioni di angeli?

Questa è forza; la forza necessaria per portare sulle spalle il più pesante dei pesi.

Matteo 8: 23 Essendo poi salito su una barca, i suoi discepoli lo seguirono. 24 Ed ecco scatenarsi nel mare una tempesta così violenta che la barca era ricoperta dalle onde; ed egli dormiva. 25 Allora, accostatisi a lui, lo svegliarono dicendo: «Salvaci, Signore, siamo perduti!».

26 Ed egli disse loro: «Perché avete paura, uomini di poca fede?» Quindi levatosi, sgridò i venti e il mare e si fece una grande bonaccia.

Forza di calmare la tempesta. Questa è vera forza.

27 I presenti furono presi da stupore e dicevano: «Chi è mai costui al quale i venti e il mare obbediscono?».

“Chi è mai costui?” ["Che tipo di uomo è questo?" nella versione inglese]  Le parole sono insufficienti a descrivere l'"è", ma so che tipo di uomo Egli non è... Egli non è un uomo debole. E non ho neanche citato le descrizioni di Gesù che si trovano nell'Apocalisse -- tiene le stelle nella Sua mano e spade nella Sua bocca.

In Gesù, abbiamo esempi di grazia e verità -- di nuovo, non in bilanciamento ma ognuna massimizzata, eccellenze diverse:

Matteo 16: 19 A te [Pietro] darò le chiavi del regno dei cieli, e tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei cieli».

Grazia completa, seguito poco dopo da...

Matteo 16: 23 Ma egli, voltatosi, disse a Pietro: «Vattene via da me, Satana! Tu mi sei di scandalo, perché non hai il senso delle cose di Dio, ma delle cose degli uomini».  [La versione inglese citata dall'autore, probabilmente la King James, spesso più precisa, tradotta in italiano recita: Gesù si voltò e disse a Pietro: «Vai dietro di me, Satana! Sei per me un blocco che fa incespicare; non hai in mente le cose di Dio, ma le mere cose degli uomini».

Verità completa; niente roba sdolcinata. Quando si tratta di affrontare il male, Gesù non faceva giri di parole.

Un altro esempio riguarda la donna samaritana al pozzo, dopo che Gesù le offre acqua potabile:

Giovanni 4: 15 «Signore, gli disse la donna, dammi di quest'acqua, perché non abbia più sete e non continui a venire qui ad attingere acqua». 16 Le disse: «Va' a chiamare tuo marito e poi ritorna qui». 17 Rispose la donna: «Non ho marito».

Le disse Gesù: «Hai detto bene "non ho marito"; 18 infatti hai avuto cinque mariti e quello che hai ora non è tuo marito; in questo hai detto il vero».

C'è molta grazia nel Suo offrire acqua potabile; c'è molta verità nel Suo rimprovero. Egli non bilanciava questi attributi, li massimizzava.

Che dire dell'umiltà, da parte di un Uomo che poteva calmare le tempeste:

Luca 14: 10 Invece quando sei invitato, va' a metterti all'ultimo posto, perché venendo colui che ti ha invitato ti dica: Amico, passa più avanti. Allora ne avrai onore davanti a tutti i commensali.

Matteo 20: 16 «Così gli ultimi saranno primi, e i primi ultimi».

Gesù sta forse suggerendo manipolazione, o Egli sta offrendo consiglio riguardo al giusto carattere? Ricordate, sono i miti -- non i manipolatori -- che erediteranno la terra.

Egli risponde al fariseo, Simone, che osserva che una peccatrice sta lavando i piedi di Gesù:  

Luca 7: 44 E volgendosi verso la donna, disse a Simone: «Vedi questa donna? Sono entrato nella tua casa e tu non m'hai dato l'acqua per i piedi; lei invece mi ha bagnato i piedi con le lacrime e li ha asciugati con i suoi capelli. 45 Tu non mi hai dato un bacio, lei invece da quando sono entrato non ha cessato di baciarmi i piedi. 46 Tu non mi hai cosparso il capo di olio profumato, ma lei mi ha cosparso di profumo i piedi. 47 Per questo ti dico: le sono perdonati i suoi molti peccati, poiché ha molto amato. Invece quello a cui si perdona poco, ama poco».

Gesù capovolgeva completamente la moralità dell'epoca. Egli sovvertiva gli stupidi trucchi morali che regolarmente usiamo.

Matteo 4: 8 Di nuovo il diavolo lo condusse con sé sopra un monte altissimo e gli mostrò tutti i regni del mondo con la loro gloria e gli disse: 9 «Tutte queste cose io ti darò, se, prostrandoti, mi adorerai». 10 Ma Gesù gli rispose: «Vattene, satana! Sta scritto: Adora il Signore Dio tuo e a lui solo rendi culto».

Il che dice molto sul valore relativo di potere e ricchezza, quando si considerano i fini appropriati per gli esseri umani.

Conclusione

Giovanni 15: 12 Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri, come io vi ho amati. 13 Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici.

Il perfetto diede la Sua vita per i dannati. Quindi... vivere come Gesù significa morire come Gesù.

Nessuno ha detto che trovare la libertà sarebbe stato facile.

-------------------------------------

(Tradotto senza autorizzazione; originale su Bionic Mosquito.)
-------------------------------------

[Nota -- MM
Non ce ne dovrebbe essere bisogno, lo stesso sottolineo che Gesù è risorto dopo essere morto - in caso qualche libertario  equivocasse la conclusione di questa bellissima riflessione di Bionic Mosquito ]

Scrivi un commento

Codice di sicurezza Aggiorna