Robert Ringer descrive lo strumento chiave del collasso delle civiltà e ne illustra implacabilmente i meccanismi

Le promesse "pentastellate" non sono nuove e hanno sempre lo stesso sinistro significato

Robert Ringer (RobertRinger.com, 4 aprile 2018)

Come abbiamo messo in luce nella parte III di questo articolo, la premessa di una società va-bene-qualsiasi-cosa è che la gente abbia diritto al soddisfacimento dei propri desideri, il che riporta alla memoria il semplice ma profondo pensiero di Margaret Thatcher: "Il problema con il socialismo è che alla fine i soldi degli altri finiscono".

Negli stadi iniziali della rivoluzione morale, i desideri della gente venivano soddisfatti primariamente attraverso la tassazione diretta, ma, come gli inglesi hanno scoperto nell'ultima parte del diciottesimo secolo, tasse onerose sono un invito alla ribellione. Quindi, molto tempo fa i governi hanno scoperto l'efficacia della creazione di denaro di carta senza valore intrinseco quale metodo per rendere invisibili delle tasse aggiuntive.

Se da una parte i detentori di dollari americani furono senza dubbio sconcertati quando Roosevelt confiscò il loro oro nel 1933, il gradualismo alla fine ha vinto, facendo emergere una nuova generazione "socialmente illuminata" ignorante del fatto che i dollari di carta si supponeva fossero pagabili in denaro reale (cioè oro). Come risultato, i dollari di oggi sono in realtà "pagabili con niente".

L'involuzione del dollaro è abbastanza facile da tracciare. Il dollaro del 1928 portava la dicitura "Gli Stati Uniti d'America pagheranno al portatore un dollaro. Convertibile in oro su richiesta al Tesoro degli Stati Uniti".

Nel 1963, tuttavia, la dicitura sul dollaro di carta era cambiata ad indicare: "Questa banconota è valuta legale per tutti i debiti pubblici o privati". Traduzione: "Questo pezzo d carta è denaro semplicemente perché il governo dice che lo è". Notate che quando il dollaro indicava una quantità d'oro, non era necessario per il governo dichiarare che era "valuta legale", perché lungo tutto il corso della storia la gente ha sempre saputo che l'oro è denaro reale.

La creazione di denaro "pagabile con niente" si chiama "inflazione monetaria", cioè aumento della quantità di valuta di carta in circolazione. Iniettando sempre maggiori dosi di valuta fiat nell'economia, sempre più denaro è reso disponibile per la gente che partecipa in programmi statali. I beneficiari di denaro pubblico quindi usano il denaro appena creato per fare offerte per beni e servizi, competendo per tali beni e servizi con la gente che davvero si è guadagnata il proprio denaro.

Queste offerte causano una reazione a catena che spinge i prezzi e i salari a salire attraverso tutta l'economia; questo aumento dei prezzi è ciò a cui generalmente si fa riferimento come "inflazione". Tecnicamente parlando, ovviamente, questa in realtà è "inflazione dei prezzi".

Il pubblico assopito è mantenuto sedato attraverso un flusso quotidiano di disinformazione intenzionale che ignora la distinzione tra inflazione monetaria (la causa) e l'inflazione dei prezzi (il risultato). La gente sente parlare solo di "inflazione" e segue la caccia alle streghe del governo alla ricerca di un'entità malvagia che causa l'aumento dei prezzi.

Il furto tramite inflazione è particolarmente attraente perché, come già notato, è invisibile. Quando la gente comincia a diventare irrequieta a causa delle tasse alte, l'inflazione monetaria è un modo per il governo di rubare ai cittadini senza che questi ne siano consapevoli.

Cosa migliore di tutte, l'inflazione monetaria fornisce al governo infiniti capri espiatori quando pretende freneticamente di "combattere l'inflazione". (Siete sufficientemente vecchi da ricordare le stupide spille WIN [N.d.T.: Whip Inflation Now] di Gerald Ford?)

In un contesto così moralmente in bancarotta, in cui l'uso di forza e frode da parte dello stato ha ottenuto credibilità morale, è comprensibile il motivo per cui una civilizzazione si disintegra. Quando la gente sa che i frutti del proprio lavoro possono essere portati via con la forza, e che il furto sarà accettato quale azione morale, si spalancano i cancelli verso una società va-bene-qualsiasi-cosa.

Una volta che l'uso di forza e frode per raggiungere i propri obiettivi è non solo condonato ma incoraggiato, il domino morale comincia a crollare rapidamente. Allora diventa facile mettere un sigillo di approvazione morale a praticamente ogni altra azione in precedenza ritenuta immorale o oscena.

Dopo tutto, se un vizio è accettabile, perché non un altro ... e un altro ... e un altro? È solo questione di tempo affinché tutti gli altri standard e valori comincino a crollare.

Quindi, non sorprende che siamo circondanti da follia e contraddizione. Incoraggiata dalla filosofia potere-è-diritto della regola della folla linciante, la gente è giunta a credere di avere diritto ad essere ricompensati per il solo fatto di essere vivi. La naturale conseguenza di questo modo di pensare così perverso è un totale noncuranza per la vita e la proprietà degli altri.

Man mano che ogni nuova generazione cresce sotto l'ombrello della moralità desideri-sono-diritti, i desideri della gente, prevedibilmente, aumentano. Dalla scuola elementare fino al college, insegnanti formati dal governo "aiutano" le giovani menti a fare il collegamento dai desideri ai bisogni ai diritti.

Man mano che sempre più adulti giungono ad accettare i desideri come diritti, e i desideri di ognuno continuano ad aumentare, sempre maggior quantità di ricchezza deve essere portata via dai membri produttivi della società per soddisfare tali desideri. Ovviamente, questo crea l'incentivo per ancora più gente a diventare "bisognosi" e meno produttivi, quindi il ciclo diventa auto-perpetuante.

Purtroppo, tutta la forza e la frode che il governo può far sopportare non è sufficiente a soddisfare una società che ha raggiunto lo stadio va-bene-qualsiasi-cosa. Quando i politici non possono più soddisfare le insaziabili richieste degli elettori, quegli stessi elettori si indignano e proclamano che i loro "diritti sono violati".

Che bella evoluzione: gente che in decenni passati era povera e umile ora è povera e militante!

Mentre la situazione va deteriorandosi, questa gente arriva a comprendere che c'è forza nei numeri e sempre più si raggruppa. Ogni gruppo diventa sempre più ostile pretendendo che i suoi "diritti" siano garantiti -- cioè che il governo impieghi la forza contro altri membri della società per ottenere la loro "cooperazione" nell'aiutare a soddisfare i desideri dei membri del gruppo.

A quel punto, la regola della folla linciante è fuori controllo, in quanto ogni gruppo pretende che l'apparato di linciaggio sia usato a favore dei propri membri. Mentre la produttività cala rapidamente e le richieste continuano ad aumentare, semplicemente non c'è abbastanza ricchezza per andare avanti.

Siccome i desideri non sono soddisfatti, la gente diventa sempre più arrabbiata e, infine, ricorre alla violenza. Ad un certo punto, o il governo esistente deve intervenire imponendo la legge marziale oppure emerge un nuovo governo per impedire il caos sociale.

Purtroppo, ci sono prove storiche schiaccianti del fatto che, quando un ordine sociale si spezza e regnano anarchia e disordine, sia i cittadini sia i funzionari eletti non solo cedono al potere dittatoriale, ma lo appoggiano con entusiasmo. La storia si ripete, perché la natura umana geneticamente si ripete generazione dopo generazione.

L'economista austriaco e premio Nobel F. A. Hayek spiega in questo modo l'attrazione ostinata dell'uomo per l'auto-inganno: "Sembra quasi che non vogliamo capire gli sviluppi che hanno prodotto il totalitarismo, perché questa comprensione potrebbe distruggere alcune delle nostre più care illusioni a cui siamo determinati a restare aggrappati".

Oggi, la più cara illusione alla quale i cittadini dei paesi occidentali si aggrappano è la convinzione di avere diritto a che i loro desideri siano soddisfatti da altri. È per questo che è imperativo che gli Stati Uniti comincino a smantellare la cultura va-bene-qualsiasi-cosa.

Il presidente Trump avrà il coraggio di guidare la carica? Vedremo. Però fino a quando, e a meno che, non sia detto al pubblico, in termini senza esitazioni, che la gente non ha diritto ad avere i propri desideri soddisfatti da altri, il collasso della nostra cultura continuerà senza tregua.

L'America è riuscita ad evitare una pallottola totalitaria durante gli otto anni di pensiero desideri-sono-diritti sotto Obama, ma la prossima volta non sarà così fortunata.

Il collasso della civiltà occidentale, parte II

Il collasso della civiltà occidentale, parte III

Aggiungi commento

Codice di sicurezza Aggiorna