Jon Rappoport (nomorefakenew.com, 15 febbraio 2018)

Tutte le soluzioni "universali" per l'umanità presuppongono che ci sia un difetto gigantesco nel modo in cui le cose sono.

Quel difetto deve essere corretto.

Deve essere corretto dall'alto, tramite un sistema migliore, che chiude a chiave la porta contro una via di fuga indietro ai vecchi modi.

La prima vittima in questo processo utopistico è la libertà.

Nei fatti, la libertà è vista come IL difetto. La libertà apre il vaso di Pandora, rilasciando quindi tutti i mali umani, crimini, devastazioni e iniquità.

Globalismo (élite che governano il pianeta come una sola nazione); Socialismo (governo internazionale e mega-corporation che possiedono i mezzi di produzione e distribuzione); e Tecnocrazia (progettazione della società mondiale come fosse una macchina): sono tutti nomi per il sistema migliore che rimpiazza la libertà con... cosa?

Con controllo.

Con controllo descritto come: servizi equi e giusti dati ad ogni essere umano. "Sicurezza garantita". "Sopravvivenza garantita".

Ed è QUELLO, naturalmente, la truffa.

La truffa può essere agghindata in tanti modi diversi. "Partnership pubblico-privato." "Distribuire equamente l'energia in un mondo in cui l'energia è scarsa". "Salvare l'ambiente". "Ridurre il riscaldamento causato dall'uomo". "Nessun bambino lasciato indietro". "Confini aperti". "Tollerare e celebrare la diversità". "Da ognuno secondo le sue capacità, ad ognuno secondo le sue necessità". "Ci vuole un villaggio". "Un governo più amichevole e sensibile si prenderà cura di te".

Il prezzo del tuo biglietto? La tua libertà.

Al cuore della truffa è il tentativo di riprogrammare la "macchina biologica umana intrinsecamente difettosa".  In altre parole, cancellare "l'illusione di base che la libertà esista".

Una volta eseguita questa operazione, ne conseguirà un mondo migliore.

"Il tracciato della tua mente era ABC. Lo cambieremo in XYZ".

Questo concetto abominevole costituisce il collegamento tra Socialismo, Globalismo e Tecnocrazia. È "scienza" sviluppata per  avere metodi completi di controllo aggiornati all'ultimo grido.

Cambiare i geni. Inserire immagini direttamente nel cervello. Usare farmaci per smorzare e neutralizzare le reazioni emotive. Deviare ed eliminare gli impulsi considerati "antisociali".

Considerate questa domanda contenuta in un memo del 1952 del programma MK-ULTRA della CIA: "Possiamo ottenere il controllo di un individuo al punto tale che farà quello che chiediamo contro la sua volontà e persino contro le leggi fondamentali della natura, come l'istinto di autoconservazione?"

La parte peggiore di tutto questo è lo scoramento che provoca tra molte persone intelligenti. Essi si arrendono all'idea che un massiccio controllo mentale delle popolazioni sia inevitabile e nulla si possa fare per fermarlo. Giungono a questa conclusione perché....

Hanno rinunciato al  potere della loro stessa libertà.

Si sono formati una visione del mondo intrinsecamente autolesionista.

Hanno deciso che la Tecnocrazia è irresistibile.

A tutti gli effetti, si sono uniti alla tirannia.

Bene, questo è esattamente quello che cercano i controllori.  Come fa notare Gary Allen nel suo notevole libro, None Dare Call It Conspiracy (1971), una delle idee cardinali della propaganda che permeava il socialismo mondiale era, ed è: È inevitabile.

Questa nozione fallace è stata usata per fiaccare l'opposizione. "Il socialismo sta conquistando il mondo e nulla si può fare per fermarlo".

Assurdo.

Non siamo arrivati a questo punto nella storia per smettere di funzionare.

Hillary Clinton e Barack Obama hanno fatto diversi riferimenti alla gente che considerano "nemici del controllo benevolo e del nuovo ordine mondiale": rancorosi attaccati a religione e fucili, e una manica di deplorabili. Questo è stato un tentativo di caratterizzare gli "irriducibili" che insistevano sulla libertà. Libertà, agli occhi delle élite, è la resistenza, pura e semplice. È arcaica e pericolosa. È ignorante e insensata. È primitiva.

Le menti sofisticate capirebbero, naturalmente, che "insieme" è la vera risposta ai problemi umani. Con il significato: dipendenza dal potere centralizzato. Potere centralizzato e globalizzato.

Per giustificare l'espansione di Globalismo, Socialismo e Tecnocrazia, per mettere una faccia umana a questa tripla catastrofe, è necessario far proliferare il numero di vittime in condizioni di bisogno - e quale modo migliore di pretendere che le nazioni occidentali accolgano e diano sostegno ad ondate illimitate di migranti?

La libertà, d'altra parte, implica fare affidamento su stessi, autonomia, inviolabile proprietà privata e le protezioni espresse nel Bill of Rights. Oh, come è deplorabile!

I Padri Fondatori della Repubblica Americana erano tutti deplorabili, non è così? Videro una luce in fondo al tunnel della storia e si mossero verso la luce, armati di idee che avrebbero scosso il mondo.

I controllori si battono per decimare quel disturbo e tornare, sotto la tripla maschera, all'era del comando per titoli. Sono loro i revisionisti. Sono loro gli oligarchi. Sono lupi travestiti da agnelli. Arruolano "gli oppressi" per fare da facciata per loro.

Abbaiano e ululano sulla giustizia sociale, quando la giustizia è l'ultima cosa nelle loro menti.

(traduzione Maria Missiroli)

--------------------------
Nota -- MM
Ogni tanto Jon Rappoport scrive articoli che lasciano a bocca aperta, questo è uno di quei casi. Con poche pennellate coglie in profondità quello che accade oggi, lo rapporta al passato, spiega il senso di tante cose che sembrano inspiegabili e suggerisce come controbattere.

Scrivi un commento

Codice di sicurezza Aggiorna