L'ispirazione di Mencken

Gary D. Barnett  (LewRockwell.com, 27 novembre 2019)

“Tutto il governo, nella sua essenza, è una cospirazione contro l'uomo superiore: il suo unico obiettivo permanente è opprimerlo e azzopparlo. Se è di organizzazione aristocratica, allora cerca di proteggere l'uomo che è superiore solo per legge contro l'uomo che è superiore nei fatti; se è democratico, allora cerca di proteggere l'uomo che è inferiore secondo qualsiasi criterio contro entrambi. Una delle sue funzioni primarie è irregimentare gli uomini con la forza, renderli il più possibile simili e dipendenti l'uno dall'altro, scovare e combattere l'originalità tra loro. Tutto quello che riesce a vedere in un'idea originale è potenziale cambiamento, e quindi un'invasione delle sue prerogative. L'uomo più pericoloso per qualsiasi governo è l'uomo in grado di pensare da se stesso, senza riguardo per le prevalenti superstizioni e tabù. Quasi inevitabilmente questi giunge alla conclusione che il governo sotto cui vive è disonesto, folle e intollerabile, e, quindi, se è romantico, cerca di cambiarlo. Persino se non è personalmente romantico egli è incline a diffondere malcontento tra quelli che lo sono." ~ H. L. Mencken, A Mencken Chrestomathy

Quasi tutti credono che i giorni dei re e regine siano definitivamente alle spalle, che un sistema di governo così ovviamente dispotico non trovi posto nei tempi moderni. La gente comune, dopo tutto, ne aveva avuto abbastanza di questa arroganza molto tempo fa ed era diventata irrequieta. La classe dominante sapeva di avere un problema, quindi se ne uscirono con l'idea ingegnosa che chiamarono democrazia, al fine di contenere la marea di malcontento ormai evidente tra la gente. Il governo mantenne il potere, ma facilmente ingannò la gente a credere che con la democrazia il popolo si sarebbe governato da solo. Questa era una follia sin dall'inizio. 

Sì, il governo decise sulla democrazia e le masse nella loro ignoranza esultarono. Avevano solo cambiato il nome della bestia, e accettarono la schiavitù in una forma differente senza capire cosa c'era di sbagliato. Mentre la maggioranza credette che la democrazia significasse libertà, in realtà era vero l'opposto. In realtà, la democrazia, o la sua malvagia cugina, una repubblica democratica, è un pericolo molto maggiore per la libertà sul lungo termine di quanto sia una monarchia. La ragione sta nell'inganno di massa invece della chiarezza. Di nuovo, la gente venne ingannata a credere che una soluzione migliore era stata conquistata, e di avere una voce nel processo chiamato governo. È istruttivo capire che la radice greca della parola governo significa per "controllare la mente".  Riguardo alla politica, questo è un termine molto più onesto di democrazia, che in greco significa potere del popolo. La verità pura e semplice del cambiamento politico in questo paese dai primi tempi ai tempi moderni è un cambiamento da monarchia a oligarchia. Il comando è passato da uno a pochi, mentre il grosso della società rimane ancora schiava dello stato.

Dal momento che oggi la gente può votare per scegliere i propri governanti, è prigioniera di quello che erroneamente crede sia governo nazionale, un'impossibilità chiaramente assurda. Se avessi la possibilità di scelta, sceglierei sempre un monarca rispetto al governo di pochi o della maggioranza di milioni di sconosciuti, tutti con una moltitudine di obiettivi. Un re almeno è esposto. Questo folle concetto di elezioni porta con sé la ridicola e falsa nozione che l'auto-governo sia palese.  L'auto-governo è libertà, ma in una democrazia ogni individuo ha ceduto tutta la sovranità ad un'entità sconosciuta chiamata stato-nazione. Questo paese non è mai stato governato dalla gente comune. L'élite dominante ha mantenuto il controllo del sistema di governo per tutta la nostra storia. Cedere la sovranità individuale per un percepito governo della maggioranza, specialmente considerando che i reali governanti rimangono perlopiù nascosti nell'attuale infido sistema politico, è intellettualmente bizzarro.

Coloro che si fanno ingannare a credere di essere liberi quando in realtà non lo sono, se la passerebbero meglio se fossero consapevoli che la libertà non esisteva sin dal principio. In questo paese, quando nasce un bambino, egli è automaticamente di proprietà dello stato. Questo significa che è soggetto a estorsione per tutta la vita. Viene emesso un certificato di nascita, e lo si dichiara cittadino americano. In quanto cittadino americano, egli è soggetto a furto da parte dello stato in forma di tassazione obbligatoria e forzosa. Non è altro che rapina quando lo stato prende la proprietà che i suoi cittadini si guadagnano per i propri usi nefasti. In aggiunta, quasi nulla è lecito senza un permesso in forma di licenza assegnata dallo stato. Praticamente tutto è regolamentato; gran parte dei comportamenti, indipendentemente dal fatto che qualcuno sia danneggiato o meno, è soggetto a restrizioni sotto minaccia di stato d'accusa, incarcerazione o morte.

Il governo stesso è un massiccio monopolio perché ha il monopolio del potere sull'individuo. La gran parte dei monopoli degli Stati Uniti sono costruiti grazie alla collaborazione fascista tra il governo e quelli che ne hanno il controllo, nella finanza e grandi corporation. Il monopolio della forza in mano al governo e ai suoi agenti nell'esercito permette guerre aggressive senza limiti. Il monopolio del sistema monetario e della creazione di moneta in mano alla Federal Reserve, in accordo con il governo, porta a creazione senza limitazioni di denaro per finanziare attività criminali e assassine. In aggiunta, quando le stesse banche che controllano la creazione di moneta vanno nei guai, semplicemente salvano se stesse a spese del docile contribuente. Altri monopoli permessi dal governo hanno grandi vantaggi, e a loro volta ricompensano i loro co-congiurati nel governo per i loro sforzi. I monopoli non possono esistere in un mercato veramente libero, quindi se i monopoli ci sono, come succede oggi, la libertà non può sopravvivere.

L'idea di democrazia e governo democratico è una truffa. È corruzione al più alto livello e nemico mortale della libertà economica e personale. Il governo è criminale, fraudolento, disonesto, turpe e indifferente alle sofferenze dell'umanità. È un'impresa inutile, e non merita rispetto. È sempre stato una congiura del male contro la vita e l'amore. Io credo a quanto diceva Mencken, e farò del mio meglio per essere un uomo pericoloso e diffondere malcontento il più ampiamente e il più a lungo che posso.

Scrivi un commento

Codice di sicurezza Aggiorna